Ultima modifica: 20 settembre 2017

A.S. 2017-2018: comunicazioni d’inizio anno

Formato Stampabile (pdf)

Milano, settembre 2017

Ai genitori e agli studenti

IIS “M.Curie – P.Sraffa”

OGGETTO: Comunicazioni per l’a.s. 2017/2018

Con queste note vengono richiamate alcune norme di comportamento nella scuola, prevalentemente tratte dal Regolamento d’Istituto sottoscritto all’atto dell’iscrizione e che si invita ad esaminare con particolare attenzione (il documento è disponibile sul sito web della scuola).

La famiglia è invitata a conservare questa comunicazione per poterla consultare in caso di necessità.

PARTE PRIMA: NORMATIVA GENERALE

1.a) Norme di convivenza e di rispetto dell’ambiente e delle cose

Gli studenti devono dimostrare di avere:

  • rispetto verso tutte le persone della scuola (compagni, insegnanti, personale)
  • partecipazione attiva alla vita scolastica
  • linguaggio ed abbigliamento consono
  • cura del decoro, della pulizia, delle aule, dei servizi e di tutti gli spazi dell’Istituto
  • cura del materiale didattico e delle comunicazioni affisse nella scuola

In caso di mancato rispetto delle norme citate sono previsti appositi interventi educativi o disciplinari.

1.b) Entrata e uscita dall’Istituto

L’Istituto è costituito da tre edifici comunicanti: Blocco A (uffici, bar, palestre), Blocco B (laboratori e aule), Blocco C (aule).

L’ingresso degli studenti avviene direttamente al corpo C le cui porte vengono aperte alle 7.50.

L’ingresso degli studenti ritardatari avverrà attraverso la porta del Blocco A. In caso di maltempo è consentita la permanenza nell’atrio del piano terra, prima di accedere alle aule, di norma a partire da 15 minuti prima dell’inizio delle lezioni.

Nel corso della mattinata l’accesso da v. Rossellini resterà chiuso, pertanto chi dovesse entrare o uscire dall’Istituto potrà farlo attraverso il cancello di v. F.lli Zoia: in tal caso i pedoni dovranno percorrere l’area delimitata dalla linea gialla.

L’uscita al termine dell’orario scolastico deve avvenire dal cancello di v. Rossellini.

Le classi autorizzate a uscire prima del termine dell’orario scolastico devono lasciare l’Istituto tramite la porta del Blocco A.

Le classi autorizzate all’entrata posticipata non devono entrare in aula prima dell’orario stabilito ed accederanno all’edificio dalla porta del Blocco A. Le entrate posticipate e le uscite anticipate saranno adeguatamente preannunciate agli studenti e ai genitori, che dovranno firmare gli avvisi dettati agli studenti. In caso di uscita anticipata della classe, comunicata con anticipo, gli studenti minorenni, senza autorizzazione dei genitori, non potranno lasciare la scuola.

L’uscita dalla scuola senza autorizzazione viene considerata gravissima mancanza disciplinare. Nel caso di studenti minorenni verrà richiesto l’intervento delle forze di Polizia per cercare fuori scuola lo studente non reperibile nell’Istituto.

1.c) Ritardi

La frequenza dei ritardi, di ogni tipo (in entrata, al cambio dell’ora, nel portare le giustificazioni, nel presentare le ricevute delle comunicazioni, …), incide sul voto di condotta.

Tutti i ritardi in entrata prevedono giustificazione sul relativo libretto

  • Ritardo all’ingresso della prima ora: l’alunno dovrà recarsi in vicepresidenza (entro le 8.50); l’ingresso in aula avverrà alle ore 9.00; la giustificazione, se non contestualmente prodotta, dovrà essere consegnata all’insegnante il giorno successivo. In caso di ritardi ripetuti verrà convocata la famiglia. Se il ritardo è oltre le 9.00, gli studenti maggiorenni non saranno ammessi a scuola; i minorenni entrati nell’Istituto non potranno entrare in aula e potranno lasciare la scuola solo se accompagnati da un genitore o comunque al termine delle lezioni.
  • Ritardo oltre la seconda ora: deve avere carattere di eccezionalità e deve essere gravemente motivato, è necessario che gli studenti siano accompagnati dal genitore oppure che abbiano presentato, nei giorni precedenti, documentazione specifica.
  • Non saranno accettati ritardi oltre la terza ora.

1.d) Uscite anticipate

  • Le richieste di uscita anticipata, che devono avere carattere di eccezionalità e devono essere gravemente motivate, saranno consegnate in Vicepresidenza prima dell’inizio delle lezioni; l’alunno, durante l’intervallo, ritirerà l’eventuale autorizzazione all’uscita e la consegnerà al docente della classe. In alternativa è necessario che gli studenti siano prelevati dal genitore. L’autorizzazione verrà concessa solo se l’alunno frequenterà almeno metà delle lezioni della mattinata.
  • In caso di malore le uscite anticipate, autorizzate dal D.S. o da persona da Lui delegata, saranno possibili solo se lo studente minorenne coinvolto potrà essere consegnato a un genitore o a persona da questi delegata per iscritto.

1.e) Assenze

Tutte le assenze dalle lezioni devono essere giustificate, sull’apposito libretto, dal genitore dell’alunno o da chi ne fa le veci (la firma deve essere stata preventivamente depositata in Segreteria). La giustificazione deve essere presentata all’insegnante della prima ora del giorno immediatamente successivo. In caso di ritardo ripetuto o prolungato nel presentare le giustificazioni, gli studenti dovranno giustificare in vicepresidenza, eventualmente accompagnati dai genitori.

1.f) Norme per gli studenti maggiorenni

Nel caso lo studente sia maggiorenne:

  • ogni richiesta o autorizzazione del genitore o di chi ne fa le veci può essere sostituita da analogo documento firmato dallo studente stesso
  • la famiglia dello studente maggiorenne ha il diritto di essere informata sull’andamento scolastico del figlio, ma è necessario che l’interessato firmi la relativa autorizzazione presso l’Ufficio Alunni.

1.g) Manifestazioni studentesche

La scuola non autorizza agitazioni studentesche (scioperi, manifestazioni, ecc.). In caso di assenza in occasione di manifestazioni studentesche la scuola resterà aperta e regolarmente funzionante con gli alunni presenti. Per giustificare l’assenza, la famiglia dichiarerà di essere a conoscenza dell’adesione alla manifestazione, utilizzando lo spazio delle giustificazioni sul libretto.

 

PARTE SECONDA: SPOSTAMENTI

2.a) Uscite temporanee dall’aula

  • Durante le ore di lezione gli studenti non possono uscire dall’aula, tranne che per giustificati motivi e a discrezione del docente.
  • Durante il cambio dell’ora ogni studente deve evitare di recare disturbo alla circostante attività didattica in corso. Qualora uno studente si allontani dalla classe senza avere richiesto l’autorizzazione, il docente segnerà il ritardo o l’assenza, che andranno giustificati sul libretto personale, e verranno eventualmente presi i provvedimenti disciplinari adeguati.

2.b) Mobilità all’interno dell’Istituto

Per motivi di sicurezza è importante il rispetto delle seguenti regole:

  • per spostarsi fra i blocchi A e B gli studenti devono utilizzare le passerelle del primo piano
  • tutte le porte antipanico devono restare sempre chiuse, tranne quando ne è espressamente autorizzata l’apertura (esempio: prove di evacuazione o situazioni di emergenza)
  • durante l’intervallo gli studenti non possono uscire dall’edificio scolastico e sostare nel cortile esterno dell’istituto

La scuola è dotata di appositi spazi con rastrelliere per il posteggio di cicli e motocicli, da usare a tale scopo. Al momento dell’entrata e dell’uscita degli studenti dalle lezioni, l’accesso con auto o moto all’area di posteggio è consentito solo agli alunni e al personale della scuola; in tali orari i genitori possono entrare nel cortile in auto solo se debbono accompagnare studenti malati o infortunati.

Per i pedoni è disponibile un apposito passaggio nel cortile delimitato dal serpentone giallo, che ne garantisce la sicurezza rispetto ai veicoli transitanti nella zona di ingresso/uscita. All’interno del cortile tutti i guidatori di auto e moto devono tenere una guida prudenziale, non superare i 10 km all’ora, dare la precedenza ai pedoni e osservare la segnaletica presente. Auto e moto devono essere parcheggiate nelle sole zone previste, non oltre la sbarra mobile, evitando in modo assoluto di creare ostacoli in prossimità delle uscite di sicurezza.

 

PARTE TERZA: NORMATIVE PARTICOLARI

3.a) Divieto di fumo

E’ vietato fumare all’interno dell’edificio scolastico e in tutti gli spazi di pertinenza dell’Istituto (es. cortile e parcheggio). Ai trasgressori, oltre ai provvedimenti disciplinari (dall’ammonizione scritta alla sospensione), potranno essere applicate le sanzioni previste dalla legge 584/75 e successive integrazioni e modificazioni.

3.b) Strumenti di comunicazione e registrazione

Durante lo svolgimento delle lezioni è vietato tenere attivi e/o utilizzare telefoni cellulari, apparati fotografici o di registrazione audio/video di qualsiasi tipo. In caso contrario, saranno applicate le sanzioni previste dalla legge.

Eventuali registrazioni fotografiche, audio e video, di lezioni e di altre attività organizzate dalla scuola saranno effettuate solo dopo averne ottenuto l’esplicito consenso degli insegnanti e degli studenti coinvolti. Tali registrazioni non potranno essere diffuse al di fuori della scuola senza l’autorizzazione scritta del Dirigente, o di persona da Lei delegata. In caso di sospetto di avvenute riprese o registrazioni non autorizzate, i docenti e il Dirigente Scolastico si riservano, in applicazione della normativa vigente, di richiedere l’intervento delle autorità preposte (ad es. Polizia Postale).

L’eventuale diffusione non autorizzata, di foto o di registrazioni effettuate in ambito scolastico, tramite strumenti di diffusione di qualsiasi tipo, potrà essere considerata violazione della legge 196/03 sulla Privacy, con le relative conseguenze sanzionatorie. Tali conseguenze saranno particolarmente gravi nei casi in cui sia possibile ravvisare danno di immagine della scuola o mancato rispetto della dignità di persone coinvolte.

3.c) Responsabilità in caso di danni

Chi viene riconosciuto responsabile di danneggiamenti dei locali è tenuto a risarcire il danno. Nel caso in cui i responsabili non vengano individuati, qualora i danni riguardino un’aula o spazi ad essa connessi sarà la classe ad assumere l’onere del risarcimento. Se invece i danni riguardano spazi comuni (corridoi, servizi ecc.) il risarcimento del danno sarà ripartito tra tutti gli utilizzatori dello spazio.

3.d) Furti a scuola

Gli autori di furti sono soggetti a gravi sanzioni disciplinari e a possibile denuncia all’Autorità giudiziaria.

Per evitare furti gli studenti sono invitati a:

  • evitare di portare a scuola oggetti di valore non indispensabili per l’attività scolastica (telefonini, smartphone, tablet, videogiochi, occhiali di marca, cappotti costosi, ecc.)
  • prestare attenzione alla custodia di oggetti propri o dei compagni
  • controllare la chiusura delle aule quando non sono presenti studenti
  • non lasciare mai le aule completamente vuote nell’intervallo
  • segnalare ogni movimento sospetto ai docenti e al personale ATA

3.e) Provvedimenti disciplinari

Nei casi di trasgressione delle regole scolastiche la scuola può fare ricorso a provvedimenti proporzionati alla gravità della mancanza. Oltre ai richiami verbali e alle note scritte sono possibili anche:

  • Sospensioni dalle lezioni. La punizione, fino a un massimo di 15 giorni, può essere decisa dal Consiglio di Classe dopo aver sentito lo studente interessato e i suoi genitori. In base al “Nuovo statuto degli studenti” (DPR 235 del21.11.07), in casi molto gravi è possibile dare anche sospensioni per periodi oltre i 15 giorni, eventualmente fino al termine dell’anno scolastico. In caso di sospensione ritenuta ingiusta lo studente o la famiglia possono fare ricorso all’Organo di Garanzia.
  • Provvedimenti particolari. La scuola può punire gli studenti trasgressori con provvedimenti specifici pensati per ridurre il danno e per rieducare lo studente, fornendo servizi utili alla scuola. Per esempio, nei casi in cui vengano rilevati danni alle strutture scolastiche o comportamenti che producono diffusione di sporcizia, i trasgressori potranno essere chiamati a riparare il danno o a pulire spazi scolastici per uno o più giorni

3.f) Norme di comportamento in caso di infortunio degli studenti

In caso di infortunio avvenuto a scuola:

  • ogni infortunio va segnalato immediatamente oltre che al docente presente, anche in Segreteria Didattica al fine di poter provvedere alla denuncia alle autorità competenti (INAIL e Polizia Municipale)
  • al momento della segnalazione dell’infortunio la Segreteria Didattica consegnerà allo studente infortunato una nota esplicativa con la procedura da seguire
  • gli infortunati devono precisare al Pronto Soccorso che l’infortunio è avvenuto a scuola e devono far pervenire in Segreteria Didattica entro 24 ore dall’infortunio stesso la documentazione rilasciata in originale; se entro tali termini la documentazione non sarà prodotta, l’Istituto non potrà procedere e declinerà ogni responsabilità in merito
  • in caso di prognosi superiore a 3 giorni gli alunni possono essere ammessi a scuola solo dietro presentazione del certificato del medico curante o del medico del Pronto Soccorso, attestante la possibilità dell’alunno a frequentare le lezioni.

In caso di infortunio avvenuto fuori da scuola:

  • in caso di prognosi superiore a 3 giorni gli alunni possono essere ammessi a scuola solo dietro presentazione del certificato del medico curante o del medico del Pronto Soccorso, attestante la possibilità dell’alunno a frequentare le lezioni.

 

PARTE QUARTA: SERVIZI OFFERTI DALLA SCUOLA

4.a) Organismi della scuola

Oltre agli usuali Organi Collegiali (Consiglio di Istituto, Consigli di Classe, ecc.), nella scuola esistono:

  • Comitato dei genitori. Costituito da tutti i genitori rappresentanti di classe e aperto alla partecipazione di tutti i genitori
  • Comitato degli studenti. Costituito da tutti gli studenti rappresentanti di classe
  • Organo di garanzia. Costituito da Dirigente, un docente, un lavoratore ATA, un genitore, due studenti. Esamina eventuali ricorsi, presentati da studenti o genitori, contro provvedimenti disciplinari.

4.b) Comunicazioni con le famiglie

Per le comunicazioni fra scuola e famiglia sono disponibili diverse modalità:

  • Colloqui periodici con cui ogni insegnante discute con le famiglie dei problemi didattici o disciplinari del singolo studente (il calendario di ricevimento sarà disponibile sul registro elettronico dopo l’entrata in vigore dell’orario definitivo)
  • Riunioni con i genitori per discutere problemi della classe (il calendario delle riunioni verrà reso noto per tempo)
  • Libretto su cui vengono annotate comunicazioni di vario tipo
  • Registro elettronico (con aree riservate) per visualizzare assenze, ritardi e voti (per accedere all’area riservata occorre ritirare la password in Ufficio Alunni)
  • Pagella fine 1° trimestre visionabile dai genitori sul Registro elettronico
  • Sito della scuola per visualizzare circolari e notizie della scuola
  • Circolari e comunicazioni indirizzate ai genitori, consegnate agli studenti (i genitori dovranno apporre firma di ricevuta)
  • Tabelloni finali con gli esiti di fine anno scolastico visibili sul sito web della scuola e sul Registro elettronico.

4.c) Servizi informatici per i genitori

  • Sito web della scuola. I genitori possono usare il sito web dell’Istituto per accedere a informazioni generali sulla scuola
  • Registro elettronico. I genitori possono accedere in qualsiasi momento al registro e visualizzare, presenze/assenze, ritardi, valutazioni, attività svolte in classe.

4.d) Servizi vari

Gli studenti hanno a disposizione appositi armadietti personali per lasciare a scuola materiali didattici (esempio: scarpe per Educazione Fisica).

Gli studenti possono richiedere di utilizzare gli spazi della scuola di pomeriggio (per studio, riunioni), facendone preventiva richiesta al Dirigente o a un suo collaboratore.

La scuola dispone di una mensa aperta agli studenti.

4.e) Informazioni e colloqui

L’Ufficio Alunni (Segreteria) è aperta al pubblico secondo un orario pubblicato sul sito della scuola.

Il Dirigente Scolastico riceve su appuntamento.